Il mio regno per un hobby! (Perché è così importante)

Avere un hobby è importante, tanto quanto l’oro (forse esagero?)

Siamo stanchi di avere la testa che scoppia, piena di ansie e pensieri. L’unica cosa a cui agognamo è arrivare al fine settimana. Che bello, finalmente due giornate tutte per noi! Però, in quelle ore, cosa facciamo? Le sfruttiamo davvero al meglio, dedicandoci al nostro hobby, ricaricandoci per la settimana successiva? Oppure passiamo il tempo con lo smartphone in mano e ci facciamo fregare?

Da alcune statistiche, sembra sia molto diminuito il numero di persone che praticano un hobby e le motivazioni riportate sono, di solito:

  • la mancanza di tempo
  • il disinteresse verso qualsiasi cosa.

La vita si districa tra studio o lavoro, famiglia e impegni collaterali (palestra, amici, commissioni), è lecito quindi pensare di non poter dar spazio agli hobby.

Analizziamo, però, le motivazioni.

Non ho abbastanza tempo.

Per quanto il lavoro e la famiglia risucchino molte ore della giornata, i momenti “morti” non mancano. A volte sono sparpagliati nelle 24 ore, ma nei giorni festivi è più facile avere tempo a disposizione. Il problema principale di oggi è che, sia i piccoli che i brevi momenti liberi, sono consumati dal digitale (smartphone, social media, app per passare il tempo). Svendere le nostre ore libere in questo modo, è diventato un’abitudine comune e ciò la rende più pericolosa: se tutti lo fanno, lo faccio anche io, e nessuno nota più il problema.

Non farti fregare!

La prima consapevolezza che dobbiamo avere, allora, è che siamo noi ad affidare il tempo al nulla e, allo stesso modo, possiamo decidere di affidarlo a qualcos’altro.

Non mi piace fare niente.

Questa motivazione è la più triste. In un mondo così ricco di cose da fare e imparare, con attività varie in ogni settore, dallo sport, all’arte, alla meccanica, alla cucina, alla scienza, non è pensabile che nulla piaccia. In molti casi, la questione è un’altra, cioè il sentirsi inadeguati.

Avere un hobby significa divertirsi in un’attività, oggi invece si crede che avere un hobby voglia dire essere bravi in qualcosa. Si è scambiato il piacere per l’eccellenza.

Ѐ vero che, dedicando tanto tempo a un settore, come ad esempio la corsa, si finisce per diventare sempre più resistenti, ma si può anche correre e stancarsi dopo cinque minuti, finendo per camminare, e trovare la cosa di nostro gradimento. Non è necessario essere bravi o diventarlo, per godere il piacere di un hobby. Si tratta di cura verso noi stessi, un po’ come concedere a un bambino un momento di gioco, per farlo sorridere. Cosa c’è di male? Nulla! Anzi, è una pratica che aumenta la felicità e migliora il rapporto che abbiamo con noi stessi.

Cosa è un hobby e cosa no.

Guadare serie tv o giocare al pc pssono essere considerati hobby?

Qui la questione si fa spinosa. Se un hobby è qualcosa che ci fa piacere e fa passare il tempo, allora sì.

Io credo, però, che un vero hobby abbia altre caratteristiche: non deve avere come scopo il “far passare il tempo”, piuttosto dovrebbe “riempire” il nostro tempo, arricchendolo. Dovrebbe lasciarci una sensazione di benessere che dura, farci progredire, avere un’impronta tutta nostra, soprattutto essere attivo. Stare al pc, alla tv, o con lo smartphone in mano, ci rende passivi, assorbiamo e ci facciamo modificare senza fare lo stesso per la realtà intorno. Anche noi dobbiamo influenzare la realtà, dobbiamo agire.

Certe persone non hanno hobby per paura dei risultati o per paura di mostrarli agli altri. Questo timore è collegato all’idea di dover eccellere, di cui parlavamo prima, ma ciò non deve frenarci. Possiamo tenere per noi il nostro passatempo, almeno fino a che non avremo superato il preconcetto.

Al momento giusto, condividere la nostra attività con altri che amano lo stesso passatempo, può rivelarsi una fonte di condivisione e gioia incredibili. Senza il peso dell’eccellenza, si creano momenti di libertà, aiuto reciproco e rilassamento, ingredienti perfetti per un’amicizia di valore.

Vediamo tutti i punti a favore dell’avere un hobby:

Procura sensazioni positive immediate.

– Riduce lo stress.

– Migliora la visione di se stessi.

– Aumenta il benessere psicologico personale.

– Ci rende interessanti agli occhi degli altri.

– Rilassa la mente (concentrandoti su un’attività, fermi per un po’ i pensieri ansiosi).

– Fa sviluppare la pazienza.

– Fa aumentare le tue abilità.

– Veicola conoscenze e amicizie.

A questo punto, immagino che anche tu sia desideroso di dedicarti al tuo hobby. Se non ne hai ancora uno e vuoi farti un’idea di tutto quello che può diventare un hobby, ecco una lista d’esempio. Il bello è che molte attività possono essere miscelate tra loro, per creare hobby unici e personali.

Ecco gli esempi:

disegnare alberi e foglie, scrivere poesie, riciclare oggetti, riparare biciclette, cucinare piatti salutari ma buoni, studiare botanica, visitare monumenti, dipingere il legno, girare video amatoriali, fare ritratti, scattare fotografie urbane, scrivere storie per bambini, riverniciare moto, lavorare il cuoio, fare escursionismo, correre nei parchi, visitare i piccoli paesi, lavorare la ceramica, fare biscotti, scrivere recensioni, costruire mobili, imparare una lingua, creare gioielli, dipingere cartoline, affrescare pareti, suonare uno strumento, imparare a fare surf, cucire abiti, fare il pane, fare arrampicata, passeggiare per la città, scrivere canzoni.

Scegli anche tu il tuo passatempo preferito e divertiti!

 

Vuoi provare gli effetti rilassanti e distensivi del disegno?
Ricevi subito tre esercizi gratuiti di mediazione artistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *