Cambiare è difficile ma non impossibile

Perché sappiamo cosa vogliamo ma non riusciamo a cambiare?

Le persone in realtà non vogliono cambiare.
Lo dicono le statistiche, ma basta guardarsi intorno e dentro.
Voglio” è facile da dire, possiamo scrivere in pochi minuti un lungo elenco di desideri, sappiamo esattamente come vorremmo la nostra vita. Cerchiamo una soluzione, ci impegniamo davvero a scovare le strategie giuste che poi, però, non mettiamo in pratica.
Perché non vogliamo cambiare, cerchiamo il miracolo, un bell’incantesimo che faccia tutto per noi.

Cosa ci spaventa del cambiamento?

1) L’ignoto
Cambiare vuol dire abbandonare quello che conosciamo, per andare verso un punto interrogativo. Ci vuole coraggio per accettare l’ignoto.

2) La fatica
Cambiare richiede impegno, costanza e fatica. Non esiste nessun incantesimo, mettiamoci l’anima in pace; ogni mattina bisogna alzare le maniche e mettersi a lavoro.

Ecco perché, una volta trovata la strategia giusta, rimandiamo fino a dimenticarci del problema. Eppure il problema si ripresenta, e noi saremo lì a cercare nuove soluzioni, senza mai decidere di impegnarci.

Ѐ tutto così negativo? Davvero non c’è nulla che posso fare?

Un modo per cambiare le cose c’è e si chiama decisione consapevole.
Vuoi sapere di cosa si tratta?
La decisione consapevole è una scelta fatta con serietà, dopo aver capito cosa desideriamo, cosa temiamo e cosa siamo davvero disposti a fare. Non sono ammesse bugie con se stessi.

Ti piacerebbe provare a prendere una decisione consapevole? Allora, segui i punti qui di seguito:

1) Trova la priorità
Prendi la lista dei tuoi “vorrei” e inizia a tagliar via tutto quello che non è necessario. Fai un bel lavoro di scrematura, fino a tenere solo le tre cose per te più importanti.

2) Un compito alla volta
Bene, adesso che sai quali sono le tue priorità, scarta momentaneamente le ultime due e concentrati sul primo “vorrei“. Approfondiscilo facendoti queste domande:

– perché per te è così importante?
– quali problemi ti dà quella situazione?
– cosa succederebbe se non cambiasse?
– quanto sei davvero disposto a fare?
– sei pronto ad accettare l’ignoto?

Solo quando avrai chiarito questi punti, potrai decidere se impegnarti o meno.

3) Fai un patto temporaneo
Fai un patto con te stesso ma fissa un limite di tempo. Se infatti penserai di doverti impegnare per un periodo indefinito, è facile che subentri lo scoraggiamento e finirai per rimandare o dimenticare. Datti scadenze che vanno da una settimana o due e, nel caso, allungale solo dopo.

4) Trova la tua strategia
A questo punto hai il permesso di cercare la strategia più adatta a te. Che tu voglia perdere peso, cambiare lavoro, imparare una materia nuova, fare amicizie, cerca delle piccole azioni concrete da fare.
Esistono centinaia di articoli, corsi on line, professionisti a cui fare riferimento per trovare la tua strategia; datti tre o quattro giorni per cercare e scegliere, non rimandare di più.

5) Adesso è tempo di impegno
Si inizia. Usa un quaderno o una nota del tuo cellulare come diario. Ogni giorno, senza saltarne nessuno, scrivi quali azioni concrete hai fatto per seguire la strategia che hai scelto.
Ricorda, ti sei dato un tempo limitato, impegnati pensando solo a quel lasso, lascia stare il dopo.

6) Valutazione dei risultati
Passato il primo scoglio? Sei riuscito a impegnarti per il breve periodo stabilito? Cosa è cambiato in te? Sei cambiato nel corpo? Nella mente? Nelle sensazioni? Ti piace essere padrone di te stesso?
A ogni step periodico, fatti queste domande e scegli solo dopo se continuare con un altro step o meno.

Questa è una decisione consapevole: scegliere dopo aver valutato, capito e sentito.
Bisogna guardare in faccia i nostri limiti e non prenderci in giro, anzi, accogliere le debolezze e prendercene cura. Se le critichiamo non le faremo scomparire. Se le accogliamo potremo capirle e trovar loro una soluzione su misura.

Fammi sapere se hai iniziato a prendere la tua decisione consapevole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *